DOVE SUSSURRA IL CUORE

Allungò la mano nel vuoto infinito del suo essere per il tempo necessario di un presente senza pareti, nell’intento di raggiungere qualcosa che rende felici lontano dalle ombrosità del passato ma, nel soggiornarci in quel lasso di tempo era cosciente che in quel vuoto dimorano solo i sogni all’ombra dei dubbi. Non percependo nulla provò a socchiudere gli occhi per fiutare il suo profumo dall’essenza inconfondibile in mezzo anche ad altri innumerevoli effluvi di una pelle che aveva reso vivibile i suoi sospiri ad un soffio dalla leggerezza dell’essere, creando quella follia chimica di sentimenti mentre il mondo orbitava placidamente nell’inesauribile circolo della vita. Rimembrò un legame senza spazio e tempo consolidato in quel suo unico eterno momento, dove passato e presente esportavano sentimenti in un futuro pragmatico, adiacenti ad una storia profonda come quel senso di volersi bene indelebile nei tempi dei tempi! Meditando nell’incanto delle reminiscenze iniziò a divorare tutte le parti migliori dei ricordi assopiti negli angoli più remoti del suo sussistere dove il tempo si ferma e non hai più età; rimanendo per una manciata di vita senza fiato per tutto quell’inestimabile benessere che provava tra le sue braccia in cui il cuore gli sussurrava, mentre la mente non smetteva mai di sognare assaporando l’inappagabile sensazione di essere speciali! (N.C.)

. . . buona vita a tutti!

Credits: La Finestra della Letteratura

Cecchi è responsabile di quello che scrive, non di quello che capisci! (N.C.).

Pagina Facebook <

Canale YouTube <

Instagram <

DISCLAIMER

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti