COVID-19 vs ITALIA

Un giorno finirà tutto! Ma non ci dovremmo MAI dimenticare, di chi in questi momenti è in prima linea per noi, di chi ci ha lasciato, e non scordiamoci che quando riprenderemo a viaggiare, nella NOSTRA Italia ci sono luoghi che il mondo intero ci invidia, abbiamo monumenti, musei, castelli, ville, parchi, mari, montagne e altre meraviglie che ci rendono UNICI! Così facendo daremmo una mano a TUTTI premiando la nostra terra.

Lo spunto di ciò che si narra è stato preso da un disegno di due bimbi, William (6 anni) e Nicholas (3 anni).

Covid-19 ha chiuso in vantaggio il primo tempo di questa durissima partita (la più arcigna che abbiamo mai “giocato”), ma ora ci aspetta la ripresa e scenderemo in campo più preparati e motivati perché noi TUTTI giochiamo per la squadra, TUTTI uniti anche se chiusi in casa #IORESTOACASA ma con un unico obiettivo, batterlo!

Basta solo seguire gli schemi del “Mister”! Perciò Mister TRICOLORE nello “spogliatoio” ha guardato in faccia i suoi connazionali uno ad uno, quei connazionali che ogni giorno lottano per migliorare la nostra quotidianità. Questa volta le verrà chiesto l’impossibile, loro sono coscienti che devono compiere l’impresa perché sono persone che nel momento del bisogno sanno gettare anima&cuore oltre l’ostacolo.

Mister TRICOLORE che nelle scelte più ardite si è sempre distinto dalla notte dei tempi. Disse: “Nella ripresa scendiamo in campo con una difesa a quattro, arcigna e ligia agli schemi con regole di ferro, perciò si parte con la POLIZIA DI STATO, i CARABINIERI, la POLIZIA LOCALE e l’ESERCITO”,  loro senza battere ciglio si misero sull’attenti! Dopo una breve pausa di riflessione tornò a parlare: “Il centrocampo sarà affidato a tre stacanovisti imperterriti quelli che non mollano mai che respirano sudore e fatica ad ogni metro quadrato di vita, perciò è il turno dei CAMIONISTI, i FARMACISTI e i LAVORATORI DI SUPERMERCATO!” E loro risposero “Presenti!” Respirò profondamente, e diramò gli ultimi nomi per l’attacco: “Lì davanti mi servono i migliori professionisti del mondo quelli che gestiscono l’ultima speranza di ogni italiano, perciò la mia scelta è ricaduta sugli INFERMIERI, i MEDICI e gli OSS ASA TECNICI!”. E loro di risposta avevano già indossato: camice, guanti e mascherina! Neppure il tempo di ripensare alla sua formazione che tutti gli altri all’unisono chiesero: Ma Mister e noi? E noi, che non ci hai nominato”. Il Mister TRICOLORE, con orgoglio che gli si sprigionava da tutti i pori, disse: “Voi TUTTI in questo match coprirete il ruolo più importante, giocherete tra i pali e il vostro compito e di resistere con un solo obiettivo #IORESTOACASA.

La partita è ancora in corso il tabellone elettronico scandisce il tempo ma non la fine del match! Si vocifera che il Mister TRICOLORE nel tunnel che portava al campo per la ripresa di questo snervante match, abbia sussurrato a Covid-19: “Ora abbiamo in campo i migliori, che tu non abbia mai affrontato nella tua esistenza! Guarda come queste persone sanno lottare ed onorare la maglia TRICOLORE!” (N.C.)

> Pagina Facebook <

> Canale YouTube <

> Instagram <

. . . buona vita a tutti!

Credits: William (6 anni) & Nicholas (3 anni).

DISCLAIMER

Cecchi è responsabile di quello che scrive, non di quello che capisci! (N.C.).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti