OLTRE IL FRUSCIO DEI BATTITI DEL CUORE

E affondò lo sguardo nei suoi occhi, tanto da poter leggere le parole che c’erano scritte sopra, le stesse parole che erano pronte lì dentro da quando la strinse per la prima volta tra le braccia sussurrando che quel che rimane non è solo polvere di volersi bene. Cosciente che il viversi è una dimensione di sentimenti costellati in un angolo di cielo che dipinge una parte interiore del presente dentro ad una cornice senza tempo. Tra nuvole di desideri che si fanno accarezzare da una brezza impalpabile che trasmette la lucentezza di un’anima senza remore, fino ad illuminare la penombra di sensazioni che cercano di sbocciare in un contesto, dove i sogni danzano fra la linea di confine di illusioni e la palpabile realtà. Oltre ad ogni pensiero, oltre alle delusioni della vita, fino al crepuscolo senza nome delle stagioni, oltre al nauseante  odore del dolore ma sempre e comunque vicino alla sorgente di un sorriso che nasce tra le braccia di chi sa ancora farti sentire l’intensità del fruscìo dei battiti del cuore! (N.C.)

> Pagina Facebook <

> Canale YouTube <

> Instagram <

. . . buona vita a tutti!

Credits: La Finestra della Letteratura

DISCLAIMER

Cecchi è responsabile di quello che scrive, non di quello che capisci! (N.C.).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *