LA DURA VITA DEL MISTER

Nel mondo dello sport c’è una profonda differenza tra un Mister e il MISTER! Un Mister vive di escamotage limitrofi a situazioni di circostanza. Mentre il MISTER è cosciente di trascorrere la sua esperienza sportiva tra l’incudine e il martello (società > spogliatoio), da una parte si pretendono successi sotto la voce vittorie ad ogni triplice fischio finale, dall’altra minutaggio su minutaggio, con il solo proposito di divorare più cronometraggio nell’arco di un match in presenza dei propri supporters. Tra il MISTER e tutto ciò c’è un unico parallelismo, riuscire a diffondere motivazioni e senso del dovere, interagendo con ogni singolo individuo del suo team, valorizzando i suoi punti di forza e nello stesso tempo stimolandolo a dare il massimo nel suo rendimento nel preciso istante che viene chiamato in causa, poiché questa sarà l’unica linfa che può nutrire l’obiettivo finale (final objective).  Il MISTER è consapevole che deve fabbricare successi se vuole considerazione dai “piani alti” oltre a trasmettere ai suoi players stima e fiducia, valori fondamentali per l’ambiente dello spogliatoio. Il MISTER va oltre gli schemi in partita è uno “psicologo”, nel breve spazio di un time out deve saper leggere nei pensieri dei propri atleti e tra le righe delle loro smorfie, per intenderci un leader-autoritario in allenamento e partita e, un leader-pedagogista lontano da un pallone! Per raggiungere obiettivi importanti il MISTER deve esigere comportamenti sempre di alto profilo trasmettendo che in qualsiasi contesto si deve essere professionisti, nel miglioramento sistematico dei comportamenti e delle performances seduta dopo seduta! Il MISTER è conscio che sarà sempre nell’occhio del ciclone e, sempre sotto esame rivendicando quanto sia difficile rimanere se stessi nell’esercitare questo ruolo e quanta energia interiore sia necessaria per gestire uno spogliatoio (squadra), differenziandosi per sensibilità e capacità di interagire con i suoi giocatori. Il MISTER è una banca dati da dove i suoi giocatori prelevano ogni volta che incrociano il suo sguardo! Tutti possono essere un Mister ma pochi il MISTER 

Dedicata ad un Mister anzi al MISTER!

> Pagina Facebook <

> Canale YouTube <

> Instagram <

. . . buona vita a tutti!

Credits: Gerd Altmann “geralt” su pixabay.com

DISCLAIMER

Cecchi è responsabile di quello che scrive, non di quello che capisci! (N.C.).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti